Le Perle della settimana: Joe Formaggio, Casaleggio e Delrio

Perle ai Porci

perle-della-settimana-Joe-Formaggio-Casaleggio-Delrio

L’evo moderno è finito. Comincia il medioevo degli specialisti. Oggi anche il cretino è specializzato…..Ennio Flaiano

1° classificato: Joe Formaggio

“Mio padre voleva chiamarmi Joey, come il protagonista del telefilm Furia, all’anagrafe si sono sbagliati ed è uscito Joe. Formaggio, invece, è proprio il mio cognome. In compenso ho chiamato Joey uno dei miei tre figli…. Ho una pistola e un fucile a pompa. Se lo carichi con proiettili grossi, puoi spolpare una persona. Non vado fiero del fatto di dormire con le armi vicino al letto, ma così mi sento più sicuro. La sera ci metto un quarto d’ora a chiudere le inferriate e a mettere gli allarmi… Sparo ad altezza d’uomo, stia pur certo. In casa mia non sono mai entrati, ma il ristorante che gestisco con i miei fratelli è stato svaligiato due volte. Perché ce l’ho tanto con i rom? Perché non fanno altro che rubare. Se qualcuno riesce a convincermi che sono brave persone, sarò il primo a ricredermi. Al momento nel mio paese non ce li voglio. Il mio è un comune de-nomadizzato. Non li voglio tra le palle e se ne becco qualcuno a rubare lo prendo a bastonate sulla schiena. Se arriva un gruppo di rom, dopo 10 minuti chiamo Polizia, Carabinieri e Polizia Municipale. Se i nomadi non vanno via, vengono caricati sui carri attrezzi e portati nel ricovero di automezzi più vicino. Affittare la mia casa ai rom? Ma siete impazziti? Piuttosto che darla ai rom do fuoco alla casa. Ma voglio sottolineare che io non sono razzista, sono loro che ti costringono a esserlo… Salvini mi piace. Quando lo accusano di parlare alla pancia del Paese penso: meglio alla pancia che al c… Sono di centrodestra. Sono stato eletto nel 2009 e riconfermato nel 2014 col 100 per cento di voti. Ero l’unico candidato….”. Joe Formaggio, sindaco di Albettone un paese in provincia di Vicenza, interviste a La Zanzara (Radio24) e a Il Fatto Quotidiano (10 aprile 2015).
Joe Formaggio, se lo conosci lo eviti, se non sei un rom non ti uccide

2° classificato: Gianroberto Casaleggio

“È in arrivo Rousseau: Sarà il sistema operativo del Movimento 5 Stelle. Il nome Rousseau deriva da uno dei padri della democrazia diretta, Jean-Jacques Rousseau, e ha l’obiettivo di offrire servizi a eletti e iscritti: per votare, condividere, promuovere iniziative attraverso la Rete. Rousseau ha l’ambizione di rendere il M5S fruibile in ogni sua manifestazione. Il suo fine è il funzionamento del Movimento on line. Il M5S ha ormai circa 1.500 eletti nelle istituzioni e circa 160 mila iscritti ai meetup, i circoli autonomi di supporto al M5S. Rousseau servirà anche a gestire questa complessità. Oggi il Movimento ha oltre 100 mila iscritti: questa è la nostra platea dei votanti (in crescita), che speriamo si ampli sempre più. Chi vuole vota, e la maggioranza decide. Ci sono stati casi in cui il Movimento ha deciso il contrario di quello che voleva Beppe, per esempio quando lo ha mandato a incontrare Renzi. Bisognerebbe introdurre in questo Paese un’informazione libera. Se ti senti dire ogni giorno dall’informazione mainstream (tv e giornali) che noi siamo come gli altri, piano piano questo mantra ti convince. Stanchino? No, sto abbastanza bene. Certo, avere sempre tutti contro, dopo un po’ ti logora…. Se la domanda è se sono diventato ricco con il Movimento, la risposta è no. La vicinanza al Movimento non ha fatto aumentare, ma semmai diminuire fatturato e profitti della Casaleggio Associati. Abbiamo perso tanto e parlo ovviamente anche a nome degli altri soci. Però rifarei tutto. Il M5S parla al cervello, non alla pancia della gente“. Gianroberto Casaleggio intervista a Il Fatto Quotidiano (9 aprile 2015).
Potete ingannare tutti per qualche tempo e alcuni per tutto il tempo, ma non potete ingannare tutti per tutto il tempo

3° classificato: Graziano Delrio

“Con noi finisce l’era delle Grandi opere e si torna a una concezione moderna. Noi con il nostro piano triennale vogliamo portare avanti tutte le opere. Le uniche Grandi opere sono quelle utili, che possono essere anche riparare una scuola o mettere in sicurezza il costone di una montagna. La nostra sarà una rivoluzione delle normalità: procedure europee, regole semplici sugli appalti, programmazione, coinvolgimento dei territori. Basta con il mito delle Grandi opere, basta con le procedure d’emergenza e le varianti in corso d’opera, basta con i General contractor che nominano i direttori dei lavori”. Graziano Delrio intervista a Repubblica (12 aprile 2015).
Dietro i proclami, una Grande opera

Annunci

Informazioni su HDMarsil

L' informazione deve essere libera di viaggiare senza filtri, condizionamenti e manipolazioni. Come un raggio che si riflette su una superficie levigata, rimbalza, si espande.

Pubblicato il 12 aprile 2015 su Il raggio riflesso. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: